Donatori di sangue: salvatori di vite

Il 14 giugno ricorre la giornata mondiale dei donatori di sangue, un piccolo gesto dall’impatto enorme; lo sanno bene gli italiani che, secondo il libro bianco sul sistema trasfusionale pubblicato da AVIS, erano secondi in Europa.

In questa occasione vogliamo ricordare l’importanza di una donazione soprattutto in estate, quando l’affluenza di donatori diminuisce.
Ecco quindi alcuni validi motivi per donare:

Salvi tre vite

Il sangue donato, grazie a dei macchinari di laboratorio, può essere “scisso” nei 3 componenti fondamentali: globuli rossi, piastrine e plasma, conservati a loro volta in tre sacche distinte che possono essere destinate fino a tre pazienti diversi.

Controlli gratuiti

Prima di essere utilizzato per le trasfusioni, sul sangue donato vengono fatte analisi di laboratorio base, i cui risultati sono accessibili gratuitamente.

La donazione è veloce e sicura

Esistono molte associazioni certificate e autorizzate che spesso spesso si posizionano con l’autoemoteca in piazze vicino casa o lavoro.
Il prelievo è un’operazione semplice, veloce e indolore, praticato solo da personale competente con strumentazione sterile e monouso.

Chi può donare

Possono donare tutte le persone dai 18 ai 60 anni, che abbiano un peso minimo di 50 chili e abbiano un buono stato di salute.
Per maggiori informazioni, consultare il sito di AVIS.

 

Continuate a seguirci sui nostri canali social FacebookInstagramPinterest e Twitter!

Fonti: greenme.it, AVIS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.