Pasqua sostenibile in poche mosse

Pasqua e Pasquetta sono alle porte e il WWF ci ricorda alcuni piccoli eco-consigli da seguire per essere sostenibili.

Decorazioni

Le decorazioni fai-da-te sono un modo per dare libero sfogo alla propria creatività, per divertirsi in compagnia di bambini e  usare materiali organici o riciclati.

Niente decorazioni comprate significherebbe diminuire la plastica prodotta per gli imballaggi.

Cibo

I prodotti a Km 0 sono preferibili per aiutare l’economia locale, ridurre gli imballaggi e consumare prodotti sani e freschi.

Comprando prodotti freschi si avrebbe anche maggiore quantità di prodotto ad un prezzo più basso.

Uova

Le uova di cioccolato sono il simbolo indiscusso della Pasqua, per questo il WWF consiglia di leggere bene le etichette, preferendo uova che hanno una certificazione bio o che abbia certificati circa i criteri di sostenibilità ambientale e sociale.

Alcuni tipi di cioccolato vengono prodotti contribuendo al disboscamento.

Avanzi

Durante queste feste si tende a preparare molto più di quanto sia necessario.
In questo caso congelare gli avanzi è un’ ottima soluzione contro lo spreco alimentare, oppure preparare piatti tipici per mangiarli il giorno dopo (es. il Casatiello che si consuma prevalentemente in Campania).

Rifiuti

Infine il WWF ci ricorda di fare molta attenzione allo smaltimento dei rifiuti prodotti in questi giorni.
L’utilizzo di piatti ceramica e bicchieri in vetro contribuirebbe a ridurre di molto l’introduzione di ulteriore plastica nel nostro pianeta.

 

Seguendo questi piccoli consigli, lo staff vi augura una buona e serena Pasqua.

 

Per altri aggiornamenti seguiteci sui nostri canali social FacebookInstagramPinterest e Twitter!

 

Fonte: Ansa.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.